La Runa delle Streghe

di Anna Fraddosio Commenta

La “Runa delle Streghe” è un invocazione Wicca che racchiude tutta l’essenza di questa religione. Essa è sotto forma di rima e viene cantata all’inizio di ogni rituale, dalle congreghe e dai solitari. La versione originale che vedremo è quella usata nella tradizione Alexandriana. Il “Canto delle Streghe” fu scritto a due mani da Doreen Valiente e il famoso fondatore della tradizione Wicca, Gerald Gardner. In origine la parte dove si recita “Eko Eko…” non esisteva, fu aggiunta dopo per evocare le Divinità a cui si era devoti; è probabile che questo pezzo sia stato preso da un’altra antica invocazione.

“Eko, Eko, Azarak,
Eko, Eko, Zomelak,
Eko, Eko, Cernunnos,
Eko, Eko, Aradia!
Eko, Eko, Azarak,
Eko, Eko, Zomelak,
Eko, Eko, Cernunnos,
Eko, Eko, Aradia!
Eko, Eko, Azarak,
Eko, Eko, Zomelak,
Eko, Eko, Cernunnos,
Eko, Eko, Aradia!

Darksome night and shining moon,
East, then South, then West, then North,
hearken to the Witch’s Run, here we come to call thee forth!
Earth and water, air and fire, wand and pentacle and sword,
work ye unto our desire, hearken ye unto our work!
Cords and censer, scourge and knife, powers of the witch’s blade,
waken all ye unto life, come ye as the charm is made!
Queen of Heaven, Queen of Hel, Horned Hunter of the night,
lend your power unto the spell, and work our will by magic rite!
In the earth and air and sea, by the light of moon or sun,
as we do will, so mote it be. Chant the spell and be it done!

Eko, Eko, Azarak,
Eko, Eko, Zomelak,
Eko, Eko, Cernunnos,
Eko, Eko, Aradia!
Eko, Eko, Azarak,
Eko, Eko, Zomelak,
Eko, Eko, Cernunnos,
Eko, Eko, Aradia!
Eko, Eko, Azarak,
Eko, Eko, Zomelak,
Eko, Eko, Cernunnos,
Eko, Eko, Aradia!”

 

Nel prossimo articolo la traduzione…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>