Stregoneria Italiana – Breve storia

di Morgana 4

stregoneria-italiana

La Stregoneria italiana non è prerogativa solo di alcune zone del paese, ma è presente in molti luoghi ed in differenti aspetti.

Le Streghe si rifanno a concezioni romane e greche di cui oggi, che si possono trovare alcuni elementi degli antichi misteri.

La stregoneria Italia non è qualche cosa di terrificante, bensì un altro modo di vivere e capire la natura, altre credenze, altre tradizioni e fatta di differenti credi. Nel periodo medievale, a causa della religione cristiana, di alcuni pazzi che credevano che l’unica verità fosse quella che il loro Dio portava, molte donne iniziarono ad essere uccise nel nostro paese, con le più assurde ed ingiustificate condanne.

Per molti anni, l’italia fu un paese dove la maggior parte della gente viveva nelle campagne, quindi in una situazione non eccelsa, con pochi soldi, ma con un grande rispetto nei confronti della natura e dei suoi frutti. La maggior parte delle donne, aveva con la natura un rapporto privilegiato, parlava con essa, raccoglieva i suoi frutti, ne studiava alcune caratteristiche e rendeva grazie ad alcune divinità, per avere ogni anno un raccolto buono.

Alcune formule delle “Streghe” vennero viste da persone ignoranti come un modo di dialogare con il demonio, invece che come un mezzo, da parte della Strega, per mettersi in contatto con la natura.

In ogni zona del nostro paese ci sono tiri differenti, alcuni che affondano le proprie radici nella cultura etrusca, altri romana, greca, anche cristiana.

Alcune formule della religione cristiana vennero usate in alcuni rituali, ma tuttavia non vennero usate nel loro significato letterale, ma per l’energia positiva che evocavano nella Strega.

Nella società moderna, molte Streghe, hanno adottato il termine Cernunno per indicare il principio divino maschile e naturale, ma non c’è da meravigliarsi se alcune Streghe usino nomi come Lucifero, Lucifuge o Bafometto.

Purtroppo, l’ignoranza a portato a credere (cosa che succede tutt’ora) che la stregoneria fosse identificata con il satanismo, corrente differente, in quanto il satanismo non ha rispetto di nessuna forma di essere vivente né per la natura, cosa che invece ha la strega. Questo modo di pensare venne inculcato dalla religione cristiana molti millenni fa.

Ecco alcuni nomignoli che venivano dati alle streghe e la regione d’origine: Gatte Masciare, Streghe Marine, Zobiane, Beate Donnette, Bele Putele” o “Genti Beate” in Veneto. A Trapani vengono chiamate Animulari, Bazure o Masche in Liguria e Piemonte, Cogas in Sardegna, Ianare in Campania, Perjashmazit in Calabria: il termine è di origine albanese.

Commenti (4)

  1. Salve
    magari può interessare: in questo sito italiano
    http://www.culturabarocca.com
    vi sono molti testi e spunti antiquari
    su Unguento Armario, Polvere Simpatetica, Mummia, Usnea, Alchimia
    con testi digitalizzati…
    Indico in particolare questa posizione
    http://www.culturabarocca.com/medicina-testi-antiquari.htm
    Ma il testo che in fondo è un database sulla civiltà tra XVI e XVIII secolo
    riserva altri spunti di indagine…
    Sperando far cosa utile
    saluti
    M.P.

  2. SALVE A TUTTI,

    MI COMPLIMENTO PER LA COMPETENZA DEGLI ARGOMENTI, STO CERCANDO QUALCUNO CHE DALLA TEORIA MI INIZI ALLA PRATICA DELLA STREGONERIA.

    SALUTI

  3. Ciao Steve, grazie per i complimenti!
    Cercare qualcuno capace di iniziarti alla pratica, non è del tutto semplice. Purtroppo in giro, di persone incompetenti ce ne sono tante, a partire da quelle che sono in televisione, quindi se sei pronto per l’iniziazione alla pratica, ti consiglio di andare presso qualche magic shop, ma non quelli con gadget o cose simili, quelli seri e comperare dei libri che ti spieghino per bene come si comincia.
    Se sei del nord, ti consiglio di andare allo Chat Noir a Brescia, il migliore in Italia.

  4. CIAO MORGANA !

    ANZITUTTO GRAZIE PER LA RISPOSTA, PURTROPPO ATTUALMENTE VIVO A FIRENZE, E QUI NON CONOSCO POSTI SIMILI, COMUNQUE SE AVRO LA POSSIBILITA ANDRO A BRESCIA !

    SALUTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>